Non c'è storia più grande della vita per i personaggi de La vita in un attimo. Ecco il nuovo trailer

-
10
Non c'è storia più grande della vita per i personaggi de La vita in un attimo. Ecco il nuovo trailer

Si può amare così intensamente una persona da rischiare di soffocarla? In effetti sì, ed è ciò che minaccia di accadere ne La vita in un attimo, ma chi, a proposito del film in uscita il 14 febbraio, non sognerebbe una dichiarazione d'amore come quella che Oscar Isaac (Will) fa a Olivia Wilde (Abby) ai tempi dell'università lasciandola letteralmente senza fiato? Ammettiamolo: tutti vorremmo udire parole così struggenti e romantiche anche a costo di sentirci sopraffatti da un affetto totalizzante che il tempo non può mutare.

L'amore - lo avrete capito - è l'anima, il nucleo pulsante, la forza travolgente de La vita in un attimo, opera seconda di Dan Fogelman. L'inventore di This Is Us ce lo racconta maltrattato dal destino ma in grado di viaggiare nel tempo, contagiare altri individui e creare importanti occasioni di incontro fra New York e il Sud della Spagna. Anche se trae forza da un gruppo di attori rodati e universalmente amati (da Antonio Banderas ad Annette Bening, da Mandy Patinkin a Olivia Cooke), il film si prende il rischio non tanto di narrare diverse generazioni, ma di dividere la storia in due, passando dal presente di un Will in solitaria che si incrocia con il ricordo di un passato felice insieme ad Abby, alla vicenda di Javier, Isabelle e di Mr. Saccione. La transizione da un contesto all'altro è repentina e il regista chiede allo spettatore di aver fiducia in lui, di sospendere nuovamente l'incredulità in attesa di arrivare a una giusta quadratura del cerchio, al momento in cui capiremo e piangeremo, oh, sì, piangeremo, perché La vita in un attimo necessita di montagne di fazzoletti, essendo anche una riflessione sul modo in cui ognuno di noi affronta o reagisce a un trauma. In questa scelta di complessità, e di moltiplicazione di punti di vista, si vede il passato di sceneggiatore esperto di Fogelman, che ha trovato il proprio campo di espressione privilegiato in quelle serie tv che adesso sembrano meglio del cinema e che sviluppano i personaggi fino a renderli amici (o nemici) del pubblico. Delle serie l'autore del copione di Crazy, Stupid, Love ama e ha fatto sua l'abitudine a preferire alle battute scappa e fuggi i dialoghi lunghi, tirate che, a chi frequenta solo il grande schermo, potranno sembrare infiniti, ma nella vita vera chi è che si autocensura e taglia corto quando parla di sentimenti?

Come la vita a cui inneggia, che descrive anche nella sua tragicità, durezza, talvolta crudele ironia, La vita in un attimo se ne infischia felicemente di distribuire in ugual misura le scene fra i personaggi e si permette di trascorrere molto tempo nello studio di una psichiatra per bearsi ad ascoltare Isaac, che nel dolore trova il modo di prendersi in giro. E’ questa la parte che abbiamo preferito del film, anche perché l'attore guatemalteco che è stato Poe Dameron in Star Wars Episodio VII: Il Risveglio della Forza ci piace un sacco, e da molto prima di A proposito di Davis.

Distribuito nelle sale italiane da Cinema Distribuzione, La vita in un attimo è accompagnato dalla musica di Bob Dylan, in particolare dalle canzoni dell'album "Out of Mind". Del film, che offre diversi altri spunti di riflessione (non spolieriamo, don't worry) è appena arrivato un nuovo trailer. Gustatevelo e... commuovetevi pure!



Carola Proto
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento
#5 Parte Dos: Buscaminas! Decisin atltica | Hentai 8,137 hide | Safe House